Sei in » Sport » Calcio
13/05/2017 | 09:18

Il leccese Antonio Conte vince il principale campionato inglese alla guida del Chelsea. Si tratta del sesto titolo nella storia del Blues: per il salentino una vittoria conquistata a suon di gol e bel calcio. I sudditi della regina ora sono ai suoi piedi.


Conte festeggia con il Chelsea il titolo della Premier


Dal Mondo. C’è poco da fare: quando uno nasce vincente, lo resta per tutta la vita. E se si nasce vincenti in una terra bellissima, ma difficile come il Salento, allora vuol dire che la ricetta per la vittoria la si conosce alla perfezione. Ecco, Antonio Conte è un vincente e ieri sera lo ho dimostrato ancora una volta: il suo Chelsea si è laureato campione di Inghilterra per la sesta volta nella sua storia, conquistando la Premier League con due turni di anticipo.
 
Un campionato forse mai messo in discussione: i Blues sono partiti un po’ in sordina, poi la squadra si è adeguata alla tempra del suo tecnico e da quel momento in poi non c’è stata più storia. A suon di gol, di vittorie e di tanto bel calcio da vedere, Antonio Conte da Lecce ha stregato tutto il Regno è i sudditi sportivi ora sono ai suoi piedi.
 
87 punti in 36 giornate, 76 gol fatti, appena 29 quelli subiti: eccoli, sono i numeri del successo della rosa del patron Roman Abramovič. L’ultima vittoria, quella di ieri sera, è stata il timbro finale su un titolo che il Chelsea ha strameritato. Fuori casa contro il West Bromwich servivano solo i tre punti che puntualmente sono arrivati ancora una volta grazie a una invenzione tattica del salentino in panchina: sullo 0-0 Conte getta nella mischia Batshuayi, forse l’attaccante meno in voga del gruppo, il quale entra, tocca pochi palloni a al minuto 82’ sigla il gol che vale l’apoteosi.
 
Il club londinese, così, torna a vincere la Premier dopo il titolo conquistato nella stagione 2014/15, quando in panchina c’era Josè Mourinho. I tifosi temevano che i fasti del portoghese non sarebbero più tornati, ma la società ha deciso di affidarsi a un altro grande vincente, forse al momento il miglior allenatore del mondo: Antonio Conte.
 
Con lui in riva al Tamigi sono arrivati anche il fratello Gianluca e il trainer Tiberio Ancora: tutti figli del Salento che adesso hanno contributo a far tornare grande il nome del Chealsea. “Dedico questa vittoria alla mia famiglia”, ha detto ‘a caldo’ Antonio subito dopo il triplice fischio finale sul campo del Wba. Poi la grande festa nello spogliatoio con i suoi calciatori che lo hanno accolto con un bagno di champagne.
 
Ora Conte si gode la meritata vittoria: dopo Claudio Ranieri, insomma, per il secondo anno consecutivo un allenatore italiano vince il campionato calcistico più bello e difficile del mondo. Ora la domanda che si fanno tutti è solo una: quale sarà il futuro di Antonio Conte? Voci vogliono il suo ritorno in Italia, sponda Inter, oppure tenterà di vincere quella Champions League tanto agognata con i londinesi. Di certo, qualsiasi sarà la sua strada, sarà quella del successo.




Autore: Giulio Serafino

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |