20/08/2017 | 09:35

Il viaggio del salentino Davide Urso alla volta di Capo Nord prosegue: dopo Amburgo, Davide arriva nella capitale della Danimarca. Tante le bellezze e le esperienze raccolte.


Davide Urso fa tappa a Copenaghen


Dal Mondo. A volte i programmi possono cambiare, a volte devono cambiare e a volte decidi di cambiarli.
 
Il piano originale del viaggio prevedeva una giornata a Billund, al parco divertimenti della Lego: volevo concedermi una giornata di relax e di svago, ma il mio viaggio deve fare i conti con un budget limitato, e non perché non abbia la disponibilità economica, ma perché ho deciso che complessivamente non devo superare i 1000 € di spese. Qualche giorno fa, mentre ero ad Amsterdam, ero convinto di aver preso una multa per aver pagato in ritardo il parcheggio, quindi, per senso di responsabilità e di autopunizione, ho rinunciato al divertimento e ho tirato dritto fino a Copenaghen.
 
Fino ad adesso avevo visitato Bruxelles, bellissima, Amsterdam, magica, e Amburgo, molto bella; erano città che sapevo avessero quel tocco in più e già sapevo cosa avrei trovato; a Copenaghen sapevo di trovare una bella città, sia perché famosa, sia perché la capitale della Danimarca, ma, cari lettori, non immaginavo sarebbe stata siffattamente bella, tanto emozionante, così completa, enormemente raffinata ed elegante.
 
I due giorni che ho trascorso qui sono stati entusiasmanti: ogni quartiere visitato aveva una storia e un'anima; la differenza architettonica con il resto dell'Europa si iniziava a notare: siamo entrati in Scandinavia; anche il clima si percepiva diversamente: le classiche giornate nuvolose, tipiche di queste zone, non sono mancate, e le giornate iniziavano ad allungarsi a dismisura, con l'oscurità che si faceva viva intorno alla mezzanotte. Se già mi sembrava strana tale differenza, come potevo immaginare il sole di mezzanotte che avrei trovato più avanti?!
 
Ho conosciuto Mariella, una ragazza viennese, mentre salivo sul campanile della chiesa di Nostro Signore Redentore, la più bella torre mai visitata fin'ora e che consiglio vivamente a tutti, e assieme abbiamo visitato il quartiere di Christiania, una città nella città, famosa per essere una delle rarissime comunità hippie in Europa, nella quale non valgono le normali regole danesi; non si può fotografare il suo interno, ma si può acquistare marijuana in quantità, la si può fumare, si può mangiare, dormire, bagnare, cantare, insomma vivere una vita felice e spensierata, nella quale la polizia non interviene.
 
La giornata mi ha regalato altre emozioni, alcune di esse molto forti, che racconterò nella prossima puntata, perché adesso, che sono rientrato alla mia auto, la mia Africa, ho sistemato il letto, ho inventato qualcosa da cucinare con il fornelletto da campeggio, vado a nanna, che la stanchezza mi sta uccidendo.
  
p.s. In seguito ho verificato e non ho ricevuto la multa; ho 50 € in più da spendere in caffè per i primi 50 che commenteranno “voglio un caffè” e saranno disposti a venire a trovarmi ad Andrano :-)
p.s. p.s. Dico sul serio, l'invito è aperto.




Copenaghen
Davide Urso a Copenaghen
Una foto da Copenaghen
Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |