Sei in » Economia
16/11/2016 | 11:11

Dall'America arriva anche in Puglia il Black Friday, il venerdý nero dedicato allo shopping a prezzi super scontati. E c'Ŕ chi lo aspetta per anticipare qualche regalo di natale senza svuotare il portafogli.


Una vetrina nel centro


Dal Mondo. Così come Halloween, le abitudini e le tradizioni americane continuano a sbarcare in Europa e in Italia, influenzando gli usi e costumi del Vecchio Continente.

Già da qualche anno ha preso piede anche in Italia il Black Friday, il giorno dedicato agli acquisti a prezzi super scontati nei negozi aderenti. E gli sconti arrivano anche al 70%.

Con l’avvicinarsi del Natale (i più ansiosi ci ricordano ogni giorno che mancano circa 40 giorni all’arrivo di Santa Claus) sono in tanti a voler approfittare dei prezzi ribassati per fare i regali.

Per il venerdì nero non vi è una data fissa: negli States si tiene sempre il venerdì dopo il Giorno del Ringraziamento, ossia l'ultimo venerdì di novembre. Per il 2016 il giorno dedicato alle spese pazze sarà il 25 novembre.

Le catene dedicate ai prodotti tecnologici come Unieuro e Trony da tempo offrono alla clientela prezzi super competitivi. Per gli amanti dello shopping va detto che anche nel settore abbigliamento il Black Friday saprà fare tante belle sorprese: come lo scorso anno catene come H&M e Zara esporranno la propria merce a prezzi superconvenienti.

Anche i principali siti delle compravendite online (ovvero la nuova frontiera dello shopping) aderiscono all’iniziativa: su Ebay, Zalando e Amazon si potranno fare acquisti scontati comodamente seduti sulla poltrona, carta di credito alla mano.

E allora, conviene informarsi se i propri negozi preferiti aderiranno all’iniziativa. Alcune catene di supermercati - come quelli del gruppo Famila, come i Dok - applicheranno il 10% di sconto sulla spesa.
Anche molti negozi al dettaglio, coccoleranno la clientela con sconti d'eccezione, come il grande negozio di ottica che sorge su via Ariosto, Ottica Rucco.

L’anno scorso era una proposta che è stata accolta da qualcuno seguendo il principio di Codacons “Aiutiamo le imprese e rilanciamo l’economia locale”, ma oggi le spese pazze potranno essere una realtà in molti negozi e centri commerciali della regione Puglia o della provincia di Lecce.




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |